Vita religiosa e Vaticano II, la Conferenza di Serena Noceti

Stampa
03/12/2015

nocetidietroRIFLESSIONI - Le Suore Orsoline del S. Cuore di Maria si stanno avviando a celebrare il XIII Capitolo Generale sul tema "Abbracciare il mondo" con misericordia umanizzate da Cristo e dai poveri. Raccogliendo l'invito di Papa Francesco a guardare il passato con gratitudine, per vivere il presente con passione, hanno riletto nell'oggi, sabato 24 ottobre 2015, aiutate dalla teologa fiorentina Serena Noceti, LA VITA RELIGIOSA NELLA CHIESA DEL VATICANO II.
Dopo il saluto di M. Samuela Sartorel, Serena Noceti ha innanzitutto presentato la nuova prospettiva sulla vita religiosa (che preferisce a vita consacrata) vedendo il passaggio dall'impostazione ecclesiale del Concilio di Trento, nella quale la maggior parte degli istituti femminili di vita apostolica sono nati, all'impostazione inaugurata dal Concilio Vaticano II: un cambiamento ecclesiologico radicale le cui conseguenze ed implicanze toccano da vicino la vita religiosa e quella femminile in particolare.
Nella Chiesa popolo di Dio, quale specifico per la vita religiosa? E' stato interessante e molto stimolante raccogliere gli innumerevoli spunti di riflessione offerti non solo alle suore orsoline, ma anche alle laiche e laici presenti, che si lasciano interrogare dalla profezia che proprio la vita religiosa dovrebbe essere nella Chiesa. Interessante il dibattito su una realtà che di fatto è un cantiere aperto.

Lo scopo dell'incontro era puntare lo sguardo sulle trasformazioni intervenute con il Concilio, che per le suore orsoline sono provvidenzialmente coincise con un invito a "tornare alle fonti", dando nuova linfa al dono carismatico ricevuto. Naturalmente l'interesse è particolarmente vivo grazie alla radicale ripresa delle istanze conciliari da parte di Papa Francesco che sta rimettendo in cammino tutta la Chiesa, e non da ultima la vita consacrata alla quale è dedicato l'Anno che stiamo vivendo.

Le quattro fasi della recezione conciliare hanno offerto una chiave di lettura temporale preziosa nella quale ogni sorella presente ha potuto inserire la propria storia vocazionale e quella della Famiglia religiosa.
Nell'arco della giornata dedicata a questo tema sono stati preziosi anche i momenti di condivisione informale: dal break in cui scambiare qualche parere con le amiche ed amici laici intervenuti, al pranzo ospiti della comunità di Casa Madre, che si rivela sempre particolarmente accogliente.
Proprio a Casa Madre si è realizzata la seconda parte dell'incontro, quella in cui le suore orsoline hanno dialogato con Serena Noceti ripercorrendo la loro storia di Famiglia, soprattutto nel tempo della svolta conciliare e degli anni del post-Concilio.
Con lei hanno potuto riflettere più a fondo sulle prospettive e le sfide che portano a ripensare la vita religiosa alla luce dei segni dei tempi. C'è un futuro nuovo da abitare, un "campo da comprare" (cfr Ger 32,6-15) dando credito alla speranza, anche quando i numeri e le forze sembrano andare in tutt'altra direzione. C'è una nuova visione di Chiesa nel tempo del cambiamento costante nella quale entrare con la modalità del discernimento e lo stile del dialogo.

Non sono mancate le domande, poste da suore di generazioni diverse, che si confrontano con attività e mondi differenti, ma accomunate dalla passione che vuole dare gambe all'ntuizione carismatica di Madre Giovanna Meneghini: abbracciare il mondo con speranza, lasciandosi umanizzare da Gesù e dalle donne provate dalle diverse povertà del nostro tempo.

Video della Conferenza di Serena Noceti

Fonte: orsolinescm.it

AddThis Social Bookmark Button