2-4 novembre - Convegno nazionale pastorale dei sordi

Stampa

05/09/2017

PMSEVENTI - Saluti di pace e gioia nel Signore. Nell'anno in cui celebriamo il 110° anniversario della morte del nostro Fondatore, la Piccola Missione per i Sordomuti intende condividere un tempo di riflessione con tutti coloro che operano nel campo della pastorale con i sordi; fedeli al mandato del nostro fondatore, il venerabile Don Giuseppe Gualandi, e accogliendo l'invito del Santo Padre di portare la luce del Vangelo nelle periferie della nostra esistenza, ci ritroveremo nelle giornate di novembre, presso la Casa per ferie – Fabriani - la struttura delle Suore Figlie della Provvidenza, a Roma, in via Don Carlo Gnocchi, 70.

Sarà un'occasione preziosa per ripartire dagli spunti del precedente Congresso Internazionale svoltosi nella Sala del Sinodo in Vaticano, nel novembre del 2009 sul tema: “EFFATA’- La persona sorda nella vita della Chiesa”, e tracciare così un cammino per la pastorale con i sordi: un momento di comunione durante il quale raccontare le proprie esperienze, conoscere e valorizzare le iniziative delle varie realtà che operano nel settore, progettare insieme il percorso futuro e proporre ipotesi pratiche di annuncio. La proposta si rivolge principalmente alle persone sorde, alle Congregazioni religiose, al Clero diocesano, ai Movimenti e alle Associazioni.

L'idea di fondo è quella di costruire un incontro propositivo basato sulle reali esigenze della pastorale con i sordi, pertanto invitiamo ogni congregazione, gruppo o associazione a partecipare attivamente alle giornate, fornendo la propria testimonianza e la propria esperienza. Per dare spazio a tutte le realtà, si consiglia una presentazione con il supporto di un video, della durata di 15 minuti.

Nell'ambito del Convegno che si svolgerà nei giorni 2/4 novembre 2017, ci sarà la possibilità per ciascuna realtà partecipante di proporre le proprie attività e iniziative in una sorta di "mercatino solidale" presso la sede dei lavori assembleari: un modo per conoscerci e veicolare le tante belle iniziative portate avanti da ciascuno.
Per coloro che parteciperanno, avranno l’opportunità per presentare, discutere, proporre, progettare e decidere quello che riguarda la vita e le esperienze umane e spirituali delle persone sorde.


Durante le giornate del Convegno Nazionale, che è stato studiato per avere un taglio prevalentemente pratico ed esperienziale.

Due sacerdoti sordi, uno della Korea del Sud e uno nativo del Congo, (Padre Minseo Park e Padre Cheret Bazikilla ) sono stati invitati a partecipare al Convegno Nazionale.


P. Savino G. Castiglione

AddThis Social Bookmark Button