15/16 Maggio - Convegno internazionale “La Catechesi dei giovani e i New Media”

Stampa

03/04/2015

preformaEVENTI - Concluso con successo il primo ciclo degli incontri di FormaMi 2015, svoltosi nelle zone pastorali di Milano, Lecco, Monza e Sesto S. Giovann (sedi operative: Milano, Valmadrera, Monza e Cernusco sul Naviglio), abbiamo il piacere di annunciare che la seconda serie di appuntamenti prenderà il via il 20 aprile prossimo, facendo tappa nelle zone pastorali di Varese, Rho e Melegnano. Forma.Mi è un agile percorso formativo, situato nel quadro dei percorsi di formazione permanente previsti dallo Statuto e dall’Offerta formativa, ideato per qualificare e sostenere l’impegno dei numerosi soggetti che, nell’odierna evoluzione delle strutture di base, sono chiamati a svolgere un compito nella celebrazione liturgica con differenti tipi di responsabilità e di intervento.

Sin dalle origini il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra (PIAMS) ha rivolto una particolare attenzione alle realtà pastorali di base (parrocchie, unità e comunità pa- storali, decanati o vicarie, comunità religiose ...), e anche mediante questa iniziativa, se- condo l’auspicio espresso dal Gran Cancelliere, il card. Angelo Scola, ha inteso contri- buire con le proprie competenze alla maturazione di quella «Comunità educante» auspicata e promossa dall’Arcivescovo di Milano e dai suoi collaboratori. In particolare, nel quadro di una più ampia riflessione riguardante l’ordinario della Messa, ossia il «tessuto base» della celebrazione eucaristica, non sempre ben conosciuto e valorizzato ma – grazie alle potenzialità offerte –, la proposta dell’edizione 2015 focalizza l’attenzione sulla «cornice rituale» della celebrazione eucaristica.

Il metodo di lavoro progettato sarà accuratamente teorico-pratico: i riti di apertura e di conclusione della Messa verranno esaminati non solo sotto il profilo liturgico-rituale e musicologico, ma affrontati anche mediante laboratori pratici finalizzati a suggerire un corretto ed efficace metodo di lavoro. Il calendario di questa seconda serie di appuntamenti, stabilito coinvolgendo le comu- nità locali, prevede tre diverse sedi, prescelte per garantire la maggiore possibilità di accesso all’iniziativa.

Leggi tutto

AddThis Social Bookmark Button