Notice: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE in /var/www/clients/client0/web62/web/it/includes/head.php on line 42 L’Onu riafferma il ruolo dei religiosi nella prevenzione delle violenze
English Français Italiano Espanol
Usted puede comprar Cialis o comprar Cialis generico online. Sin embargo, comprar cialis genérico online en España contrae algunos riesgos
Left cap
Right cap
Content top cap
NOTIZIE
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra "Newsletter": ti invieremo periodicamente le principali notizie
captcha
scatfile.com

L’Onu riafferma il ruolo dei religiosi nella prevenzione delle violenze

E-mail Stampa PDF

19/07/2017

onuNOTIZIE 2017 - Dopo due anni di preparazione è stato ufficilamente presentato a New York venerdì 14 luglio il “Piano di azione per i leader religiosi al fine di prevenire incitamento alla violenza” delle Nazioni Unite, che riassume a vari livelli, il ruolo che i rappresentanti religiosi possono giocare nella prevenzione dell’incitamento ai crimini d’odio. A tirare le fila dell’ampio progetto è stato il senegalese Adama Dieng, consulente speciale dell’Onu per la prevenzione dei genocidi, che ha incontrato leader religiosi di tutto il mondo e ha stilato un elenco di raccomandazioni dettagliate per prevenire crimini contro l’umanità.

«La parola, l’autorità e il ruolo stesso dei leader religiosi sono cruciali: è la convinzione che sta alla base dell’iniziativa che presentiamo oggi» ha spiegato nel suo discorso Antonio Guterres, Segretario generale delle Nazioni Unite, durante l’evento organizzato in occasione della presentazione del testoche si può leggere qui.

Sottolineando l’idea originaria, che è stata quella di «un impegno a promuovere la Pace, la comprensione, il rispetto reciproco e dei diritti umani di tutte le persone, compresi quelli di credo, di opinione e di espressione», il segretario Onu ha ricordato «la vasta gamma di modi in nui i responsabilili religiosi possono prevenire l’incitamento alla violenza r contribuire alla Pace e alla stabilità».

Elaborazione e diffusione di messaggi alternativi e pacificatori, monitoraggio degli episodi di incitamento alla violenza, sensibilizzazione nelle scuole, rafforzamento de dialogo interreligioso, coinvolgimento nella vita politica dei leader religiosi, accrescimento del ruolo femminile e dei giovani nei processi di prevenzione della violenza, sono le principali raccomandazioni del documento.

L’Auspicio di Guterres è che il piano possa essere di grande aiuto nel contributo alla costruzione di società pacifiche. Il Cec, il Consiglio ecumenico delle chiese, è stato fra i partner dell’iniziativa, insieme ad altri attori che operano nel settore. In totale sono stati coinvolti 232 responsabili religiosi provenienti da 77 differenti nazioni, in rappresentanza dello spettro delle religioni presenti al mondo.

Immagine: ©Jillian Abballe/WCC

Fonte: riforma.it

AddThis Social Bookmark Button
 
Content bottom cap