English Français Italiano Espanol
Usted puede comprar Cialis o comprar Cialis generico online. Sin embargo, comprar cialis genérico online en España contrae algunos riesgos
Left cap
Right cap
Content top cap
NOTIZIE

Documenti JPIC

NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra "Newsletter": ti invieremo periodicamente le principali notizie
captcha
scatfile.com

Una protezione più ampia per i minori migranti e rifugiati

E-mail Stampa PDF

17/11/2016

children DayGIUSTIZIA E PACE - Roma, 17 novembre 2016 – In occasione della Giornata Mondiale dell'Infanzia che si celebrerà il 20 novembre 2016, facciamo eco all'appello lanciato da Papa Francesco perché "si adotti ogni possibile misura per garantire ai minori migranti protezione e difesa". In questi tempi di migrazioni umane di proporzioni epiche, "i fanciulli costituiscono il gruppo più vulnerabile perché, mentre si affacciano alla vita, sono invisibili e senza voce". A quanto si legge in un recente rapporto del Fondo delle NU per l'Infanzia (UNICEF), nel mondo su ogni 200 bambini, uno sta crescendo da rifugiato. Dei 31 milioni di bambini che vivono al di fuori dei loro paesi di nascita, 11 milioni sono sfollati con la forza. Le organizzazioni indicate in calce al presente documento si dichiarano solidali con tutti i bambini in movimento i cui diritti alla vita, allo studio e alla prosperità sono compromessi. Stiamo vivendo un momento critico della storia, in cui in tutto il mondo si va chiudendo violentemente l'accesso all'asilo. A ciò si aggiunga che l'incapacità delle diverse nazioni di affrontare le cause prime della fuga – conflitti, povertà e degrado ambientale – fa sì che il numero delle persone che fuggono cresca in misura esponenziale. Ciò incide inevitabilmente sul benessere e la protezione dei bambini sfollati. "I bambini sono i primi a soffrirne", ci ricorda Papa Francesco nel suo messaggio, "subendo a volte torture e violenze corporali, che si accompagnano a quelle morali e psichiche, lasciando in essi dei segni quasi sempre indelebili". Soprattutto quando viaggiano non accompagnati, i minori migranti e rifugiati sono praticamente invisibili al mondo e costituiscono una facile preda per i trafficanti di ogni tipo, finendo spesso vittime di violenza sessuale. Sono anche a forte rischio di sfruttamento e abusi, tra cui il reclutamento in gruppi armati o di natura criminosa, il prelievo illegale di organi, lo sfruttamento sessuale organizzato, il lavoro minorile e il matrimonio precoce.

Leggi tutto

AddThis Social Bookmark Button
 
Content bottom cap