English Français Italiano Espanol
Usted puede comprar Cialis o comprar Cialis generico online. Sin embargo, comprar cialis genérico online en España contrae algunos riesgos
Left cap
Right cap
Content top cap
NOTIZIE
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra "Newsletter": ti invieremo periodicamente le principali notizie
captcha
scatfile.com

Come aiutare le popolazioni colpite dall’uragano Matthew

E-mail Stampa PDF

14/10/2016

matthewNOTIZIE 2016 - l Magis, tramite la Rete Xavier, ha attivato una raccolta di fondi per le popolazioni colpite dall’uragano Mattew

L’Uragano Matthew ha lasciato una lunga scia di morte ad Haiti. Le sue raffiche a 220 km all’ora hanno causato, secondo un primo, approssimativo, calcolo, almeno 900 vittime e migliaia di persone sono state a lasciare la propria abitazione. Il vento e la pioggia hanno distrutto case, scoperchiato tetti e inondato interi quartieri.

Anche la Repubblic Domenicana, il Paese confinante, ha subito molti danni. Ma è Haiti ad aver avuto la peggio. La nazione caraibica si trovava già in stato di estrema emergenza. All devastazioni provocate dal terribile terremoto del 2010 (60mila persone vivono ancora in condizioni precarie), negli anni si sono sommati gli effetti di una forte siccità legata agli effetti di «El Niño», una devastante epidemia di colera e il rientro di migliaia di haitiani espulsi dalla Repubblica Domenicana. Haiti è un Paese sovrappopolato, estramemente povero (oltre il 60% della popolazione vive al di sotto del livello di povertà), con istituzioni fragili, un sistema sanitario mal funzionante.

La Rete Xavier, la rete europea delle Ong legate alla Compagnia di Gesù, fin dalle prime notizie della forza dell’uragano si è messa in contatto con le realtà dei gesuiti locali, in particolare con i responsabili di Fe y Alegría che lavora alla ricostruzione post sisma. Da Haiti è giunta una richiesta di aiuto. Il Magis, che fa parte della Rete Xavier, ha così deciso di attivare una raccolta di fondi che farà giungere alle popolazioni colpite dall’uragano Mattew.

Vuoi fare una donazione? Clicca qui

Fonte: news.gesuiti.it

AddThis Social Bookmark Button
 
Content bottom cap
Sayfa bulunamadı – Alabora