English Français Italiano Espanol
Usted puede comprar Cialis o comprar Cialis generico online. Sin embargo, comprar cialis genérico online en España contrae algunos riesgos
Left cap
Right cap
Content top cap
NOTIZIE
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra "Newsletter": ti invieremo periodicamente le principali notizie
captcha
scatfile.com

Catechesi mistagogica della Solennità di tutti i Santi per le persone consacrate

E-mail Stampa PDF

31/10/2014

SPIRITUALITA' - Don Francesco Dell'Orco, parroco della comunità "Stella maris", (Bisceglie - BAT in Puglia), propone, in occasione dell'anno della vita consacrata, una catechesi mistagogica domenicale con riferimenti alla Evangelii gaudium di Papa Francesco e al Magistero sulla Vita consacrata. Dice don Francesco: “Vorrebbe essere un piccolo dono per le persone consacrate, che tanto hanno contribuito nel mio cammino vocazionale”.


“ Questa è la volontà di Dio, la vostra santificazione “ (1 Ts 4,3)
         

L’antifona d’ingresso ci invita alla gioia con l’espressione: “Rallegriamoci tutti nel Signore”, che richiama l’esortazione paolina: “Siate sempre lieti nel Signore, ve lo ripeto: siate lieti” (Fil 4,4). Nell’odierna solennità di tutti i Santi con noi gioiscono gli Angeli e lodano il Figlio di Dio, cantando la sua gloria (Ap 5,11-14).  

La Colletta ci fa chiedere a Dio onnipotente ed eterno, che elargisce al suo popolo la gioia di celebrare in una unica festa la gloria e i meriti di tutti i santi del Paradiso, di concederci la pienezza della sua misericordia, in virtù della potente e concorde preghiera di intercessione dei nostri fratelli santi. Con questa preghiera riconosciamo che Dio ci riempie di gioia colmandoci della sua misericordia, come afferma il salmista: “Esulterò e gioirò per la tua grazia, perché hai guardato alla mia miseria, hai conosciuto le angosce della mia vita” (31,8). 

L’apostolo san Giovanni nella seconda parte del libro dell’Apocalisse - da cui è tratto il brano che ascoltiamo nella Prima Lettura (7,2-4. 9-14) -, rapito in estasi nel giorno del Signore (1,10), presenta “le visioni profetiche”. “Il Germoglio di Davide” (5,5), Gesù Cristo crocifisso e risorto, che ha vinto su satana e sul mondo, apre il libro che contiene i decreti di Dio riguardanti gli eventi degli ultimi tempi, spezzando i sette sigilli che lo chiudono. Al sesto sigillo corrisponde la visione di un violento terremoto, bloccato da un angelo misterioso, proveniente dall’oriente, che annuncia la liberazione ai “servi del nostro Dio”. I quattro angeli incaricati di devastare la terra e il mare vengono bloccati, dovendo attendere che sia impresso il sigillo dell’appartenenza a Dio sulla fronte degli “eletti”, il resto di Israele: dodicimila per ciascuna delle 12 tribù d’Israele. L’icona ricorda l’Esodo (12,7-14), quando le case degli israeliti furono segnate col sangue dell’agnello perché l’angelo sterminatore non entrasse attraverso la porta.


Don Francesco Dell'Orco
parroco della comunità "Stella maris"
Via Luigi di Molfetta,147
76011- Bisceglie – Bat

Leggi la catechesi completa

AddThis Social Bookmark Button
 
Content bottom cap