English Français Italiano Espanol
Usted puede comprar Cialis o comprar Cialis generico online. Sin embargo, comprar cialis genérico online en España contrae algunos riesgos
Left cap
Right cap
Content top cap
NOTIZIE
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra "Newsletter": ti invieremo periodicamente le principali notizie
captcha
scatfile.com

Religiosi a Torino, mappa per 3.400

E-mail Stampa PDF
vita consacrata
30/01/2014
VITA CONSACRATA - Domenica 2 febbraio, Festa della Presentazione di Gesù al tempio, la Chiesa celebra la Giornata mondiale della Vita consacrata. Anche i consacrati e le consacrate di Torino si trovano in Cattedrale alle 15.30 per celebrare l’eucaristia presieduta dall’Arcivescovo. È un momento importante di comunione ecclesiale di tutti i consacrati. I quali, giova ricordarlo, sono una significativa testimonianza evangelica e, al tempo stesso, un prezioso servizio ecclesiale su tanti fronti: da quello pastorale e parrocchiale a quello educativo, assistenziale e sanitario, ecc.
In Diocesi non esistono solo religiosi e religiose – presenze visibili per opere e varietà di abiti – ma anche molte altre forme di consacrazione più o meno numerose tipo: Terz’ordini, Pie unioni, Fraternità, Associazioni. In tutto sono poco più di una trentina a cui si aggiunge quasi una ventina di Istituti secolari. In crescita è l’Ordo Virginum. Da citare anche alcune presenze di consacrate nelle parrocchie e forme di eremitismo. Ognuna di queste forme di consacrazione merita una presentazione: cosa che si potrà fare in futuro.
Per ora – pur correndo il rischio dell’effetto ‘elenco telefonico’ e quello dell’incompletezza e imprecisione di cui mi scuso anticipatamente – mi limito ai religiosi/e: presenti e operanti in Diocesi sono circa 790 i religiosi (555 presbiteri e 235 fratelli laici) e 2.590 le religiose concentrati soprattutto in città. Numeri alti, come alta, e molto, è l’età.
A Torino fin dal secolo XIII sono presenti alcuni ordini. Forse la presenza più antica riguarda i Domenicani (sec. XIII). A seguire sono venute altre presenze: i Francescani e i Servi di Maria. Nel XVI secolo sorgono molti altri Ordini religiosi che via via si insediano anche a Torino. Tra questi sono tuttora in attività:
- Agostiniani Scalzi
- Carmelitani Scalzi
- Chierici regolari di S. Paolo (Barnabiti)
- Chierici regolari di somasca (Somaschi)
-Chierici regolari ministri degli infermi (Camilliani)
- Compagnia di Gesù (Gesuiti)
- Ordine ospedaliero di S. Giovanni di Dio (Fate bene fratelli) dottrinari
- Congregazione dell'oratorio di S. Filippo Neri (Oratoriani)
- Ordine francescano Frati minori
- Ordine francescano Frati minori Cappuccini.
Nei secoli XVII – XVIII sorgono diverse Congregazioni che ben presto divengono operanti anche a Torino
- Fratelli delle Scuole Cristiane
- Congregazione della Missione (Lazzaristi)
- Congregazione della Passione di Gesù Cristo (Passionisti)
- Congregazione dello Spirito Santo.
Ma l’età d’oro delle fondazioni religiose in generale e a Torino e Piemonte in particolare è l’800 e ancora il primo ‘900. A Torino si vive l’epoca dei santi sociali, i quali hanno lasciato nella Chiesa e nelle società un’impronta indelebile grazie alle Congregazioni e agli Istituti da loro fondati. I santi sociali che noi tutti veneriamo, non avrebbero, però, potuto realizzare quanto ancor oggi ammiriamo se non avessero incontrato anche delle donne coraggiose le quali hanno saputo dare concretezza storica e operativa sul versante femminile ai doni dello Spirito. La carità cristiana ha generato una «moltitudine» di Istituti e di Congregazioni maschili e soprattutto femminili che con spirito evangelico hanno contribuito a forme di Welfare society – mi si passi l’espressione – in un tempo di grandi povertà economica, culturale, educativa, morale e spirituale tra la maggior parte della gente.
Vorrei ricordare le Congregazioni maschili sorte a Torino e in Piemonte e ancor oggi operanti sul nostro territorio ecclesiale e sociale:
- Oblati di Maria Vergine
- Società dei sacerdoti di S. Giuseppe Benedetto Cottolengo
- Fratelli di S. Giuseppe Benedetto Cottolengo
- Società salesiana di S. Giovanni Bosco (salesiani)
- Congregazione di S. Giuseppe (Giuseppini del Murialdo)
- Piccola opera della Divina Provvidenza (Don Orione)
- Istituto Missioni Consolata
- Società S. Paolo (Paolini).
Ma là dove la fantasia dello Spirito si è sbrigliata in soccorso delle classi più povere è il mondo delle Congregazioni femminili. Tutte insieme costituiscono un autentico inno alla carità cantato da tante donne semplici, ma piene di Dio. Ecco un elenco che si spera completo delle Congregazioni sorte a Torino
- Figlie della Consolata
- Figlie di Gesù Buon Pastore
- Figlie di S. Giuseppe-Rivalba
- Suore Nazarene
- Suore Murialdine di S. Giuseppe
- Piccole Serve del Sacro Cuore di Gesù per gli Ammalati Poveri
- Povere Figlie di S. Gaetano
- Suore Cappuccine di Madre Rubatto
- Suore Carmelitane di S. Teresa-Torino
- Suore di S. Giuseppe Benedetto Cottolengo
- Suore del Famulato Cristiano
- Suore Missionarie della Consolata
- Suore della Sacra Famiglia Di Savigliano
- Suore del S. Natale
- Suore di Maria Santissima Consolatrice
- Suore di Carità di S. Maria –Suore del Buon Consiglio
- Suore di S. Anna
- Suore Oblate del Cuore Immacolato di Maria
- Suore Minime di Nostra Signora del Suffragio
- Suore Nazarene
- Suore Vicenzine di Maria Immacolata (Albertine)
- Suore Cappuccine di Madre Rubatto.
Il soffio dello Spirito non si è fermato a Torino, ma ha toccato anche altre realtà del Piemonte suscitando nuove forme di vita consacrata che in breve tempo si sono espanse nel mondo:
- Figlie di Maria Ausiliatrice (Mornese-Acqui)
- Suore di Gesù Buon Pastore-Pastorelle (Alba)
- Pia Società Figlie di S. Paolo (Alba)
- Pie Discepole del Divin Maestro (Alba)
- Missionarie della Passione Di N.S.G.C. (Mondovì)
- Suore di Carità dell'Immacolata Concezione (Ivrea)
- Suore della Provvidenza-Rosminiane (Domodossola)
- Suore di Santa Maria di Loreto (Vercelli)
-Suore Immacolatine (Alessandria)
- Suore Missionarie dell’immacolata Regina Della Pace (Mortara)
- Suore Oblate di S. Luigi Gonzaga (Luigine)
- Suore Francescane Missionarie di Susa
- Figlie di Carità della Ss. Annunziata (Suore di Montanaro).
Sempre nel secolo XIX e ancor nel corso del XX, approdano a Torino Congregazioni maschili e femminili soprattutto dalla Francia e, in minor misura, da diverse parti d’Italia.
- Fratelli della Sacra Famiglia di Belley
- Fratelli Maristi delle Scuole (Piccoli Fratelli di Maria)
- Società di Maria (Maristi)
- Missionari di Nostra Signora di La Salette
- Congregazione del Ss. Sacramento (Sacramentini).
Le Congregazioni nate in Italia e poi insediatesi anche a Torino non sono poche.
 - Figlie di Maria Vergine Immacolata
- Missionarie del Sacro Cuore Di Gesù «S. Francesca Saverio Cabrini»
- Orsoline di Gesù
- Suore del Sacro Cuore di Gesù
- Suore della Provvidenza
- Suore dell'immacolata
- Suore del Preziosissimo Sangue, dette Preziosine
- Suore del S. Volto
- Suore di Carità dell'Assunzione
- Suore Francescane Angeline
- Suore Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria, dette D'Egitto
- Unione delle Suore Domenicane di S. Tommaso d'Aquino
- Suore Ministre degli Infermi di S. Camillo
- Suore Sacramentine.
Un fenomeno interessante è stata – diciamo così – l’invasione di Torino soprattutto a partire dal ‘800 di non poche Congregazioni francesi. Pochissime, invece, provenienti da altri paesi europei.
- Ausiliatrici delle Anime del Purgatorio
- Fedeli Compagne di Gesù
- Figlie della Carità di S. Vincenzo De' Paoli
- Figlie della Sapienza
- Suore dell'adorazione del Ss. Sacramento
- Suore di Nostra Signora della Mercede – Mercedarie
- Suore Francescane Missionarie di Maria
- Fraternità delle Piccole Sorelle di Gesù (di Fratel Carlo di Gesù)
- Piccole Sorelle dei Poveri
- Società del Sacro Cuore di Gesù «S. Sofia Barat»
- Società delle Figlie del Cuore di Maria
- Sorelle dell’Alleanza
- Suore della Carità S. Giovanna Antida Thouret
- Suore della Congregazione di Maria – Mariste
- Suore dell'Adorazione Sacro Cuore Francese
- Suore di Nostra Signora del Ritiro al Cenacolo
- Suore di S. Giuseppe (Cuneo)
- Suore di S. Giuseppe (Pinerolo)
- Istituto Suore di S. Giuseppe - Torino (Torino)
- Suore Domenicane dell'Immacolata Concezione
- Suore Domenicane di Betania
- Suore Domenicane di S. Caterina da Siena
- Suore di Nostra Signora (Germania)
- Religiose della Beata Vergine Maria (Irlanda)
- Suore Missionarie di S. Pietro Claver (Austria).
Qual è oggi lo stato di salute di tanti Ordini e Congregazioni presenti nella nostra Chiesa torinese? Alcune realtà sono tuttora numericamente fiorenti, mentre altre vivono la fatica e l’usura del nostro tempo. Molte Congregazioni femminili hanno cercato di rivitalizzarsi espandendosi in altri continenti portando a Torino forze nuove. Una situazione interessante e non priva di interrogativi!
In tempi a noi vicini i Monaci di S. Paolo Primo Eremita (Polonia) e i Piccoli Fratelli di Gesù (Foucauld) hanno arricchito il panorama dei religiosi.
Ma la novità di questi ultimi anni è l’arrivo di Congregazioni sorte non più in Europa, bensì nel Sudamerica, nell’Africa e nell’Asia: i Padri dello Spirito Santo (Spiritani) di origine africana che si dedicano ai cristiani anch’essi africani di lingua francese, inglese e portoghese e, dall’ottobre scorso i Missionari di San Paolo della Nigeria missionari nella parrocchia di San Gioacchino.
Ben più numerose sono le comunità di suore giunte a Torino nel corso degli ultimi 20-30 anni e che si sono inserite principalmente nella pastorale parrocchiale e nell’assistenza:
- Congregation of Sisters of St. Martha (India)
- Helpers of Mary (India)
- Missionarie della Carità (Madre Teresa - India)
- Missionarie Identes (Spagna)
- Figlie dei Sacri Cuori di Gesù E Di Maria (Colombia)
- St. Joseph’s (India)
- Suore Missionarie di Maria Aiuto dei Cristiani (India)
- Suore del Cuore Immacolato Di Maria, Madre di Cristo (Nigeria)
- Suore Serve del Santissimo e della Carità (Colombia)
- Suore Francescane di Maria Immacolata (Colombia).
Come si può vedere il mondo della vita religiosa è quanto mai ricco e variegato. Al tempo stesso, sotto il peso delle trasformazioni ecclesiali, sociali e culturali in corso è anche un mondo in continua trasformazione. Il grazie al Signore per tanti doni carismi concessi alla nostra Chiesa torinese deve essere accompagnato dalla preghiera allo Spirito per il futuro di tutta la vita consacrata.
don Sabino FRIGATO
Vicario episcopale per la Vita Consacrata
Fonte: Diocesi di Torino, 02/02/2014
AddThis Social Bookmark Button
 
Content bottom cap
Sayfa bulunamadı – Alabora